venerdì 10 ottobre 2008

NEW WORD


Ieri ho imparato una nuova parola: Metonymic, in italiano metonimico credo, da metonimia....e allora direte voi? niente....ho cercato il significato e adesso lo so...curiose? sono tentata di indire un concorso per chi risponde giusto...MA....no dai....si' dai.....sorteggero' un nome tra tutte quelle che scriveranno un commento con il significato di questa parola. Premio? una copia di Holiday Crafts perche' ho un doppione.....buona fortuna!

Postilla: semplifichiamo, mi basta un esempio.....di parola metonimica...

25 commenti:

fiore_labs ha detto...

La metonimia (pronunciabile tanto metonimìa quanto metonìmia, dal greco μετα, che esprime trasferimento, e ονομα, «nome») è una figura retorica che consiste nel sostituire un termine proprio con un altro appartenente allo stesso campo semantico, che abbia col primo una relazione logica o di contiguità.

fiore_labs ha detto...

ciapa lì!!!
sono la prima :-)))))

smak
Fiore

Countrygal ha detto...

..si cara Fiore pero' nel frattempo ho cambiato i termini del concorso...non mi sembrava giusto dire la prima senza sorteggiare e come potevo pensare che non eri ancora a nanna? mi perdoni?...pero' mettiamo giu' una spiegazione con parole un po' piu' semplici ne'!

fiore_labs ha detto...

No problem Fulvietta... casomai mi farai sfogliare il tuo al corso di Holly :-)))
Cmq non sono a nanna sono solo le 22.00... e sto smanettando sul blog per aggiungere la terza colonna :-)
SMak
Fiore

Countrygal ha detto...

..hai ragione..ero convinta che fosse mezzanotte...ora mi sento un po' in colpa...vabbe'...qualcosa ti arriva comunque! Smack!

Francesca ha detto...

vale a dire usare un "SINONIMO"....credo, o sbaglio? vabbè io c'ho provato ;)

Emanuela ha detto...

Bene allora vediamo...i miei ricordi da liceo mi fanno pensare a una figura retorica. Sinceramente Fiore è stata veramente impareggiabile.. ma oltre che una painter grandiosa conosce anche il greco antico e se lo ricorda così... Fiore sei un mito!!!
deve essere qualcosa tipo "mi fanno male le scarpe" in realtà mi fanno male i piedi e non le scarpe.... vabbè non so se l'esempio è giusto.... male che vada invece di una figura retorica ha fatto una figuraccia!!!
baci

Emanuela

Countrygal ha detto...

...uh uh difficile....allora semplifichiamo....mi basta un esempio....

La Suntina ha detto...

Ok ... concordo con Fiore: trattasi di figura retorica. L'esempio più palese??? bere un bicchiere d'acqua: ovviamente bevi l'acqua di un bicchiere, non il bicchiere!
VAbbè ci ho provato....
Incrocio comunque le dita
Baiotti

Bianca ha detto...

La metonimia (pronunciabile tanto metonimìa quanto metonìmia, dal greco μετα, che esprime trasferimento, e ονομα, «nome») è una figura retorica che consiste nel sostituire un termine proprio con un altro appartenente allo stesso campo semantico, che abbia col primo una relazione logica o di contiguità.
Esempio:
l'autore per le sue opere ("oggi devo studiare Foscolo // le opere di Foscolo")
la causa per l'effetto (avere le guance rigate di pianto / di lacrime)

Ho imparato una cosa nuova, grazie! ;-)
A presto,
Bianca

Giuliana ha detto...

associare un discorso a una figura, tipo:
gli Stati Uniti alla statua della Libertà!

Francip ha detto...

mi hai fatto ritornare per un attimo sui banchi di scuola! mi ricordo, al liceo, di avere studiato questa figura retorica, che come hanno spiegato benissimo le altre, serve appunto per rappresentare una cosa con una parola o un"immagine" che appartiene al suo stesso campo, legata ad essa.
grazie dei tuoi commenti, sempre carinissimi, e a presto!
un bacio grande,
Francy

Katiuscia ha detto...

bè, visto che basta un esempio: gioventù/giovani, giusto? ci hai fatto ripassare tutte quante, baci kat

iDEA ha detto...

vabbé é una figura retorica :) in cui si utilizza un termine che ha assonanza con ciò a cui vogliamo riferirci

facciamo l'esempio per le country painters: per un regalo di Natale ho fatto la Mullins = per un regalo di Natale ho riprodotto UN LAVORO della Mullins

Cristiana ha detto...

A figure of speech in which one word or phrase is substituted for another with which it is closely associated, as in the use of Washington for the United States government or of the sword for military power...
o in italiano...
La metonimia (pronunciabile tanto metonimìa quanto metonìmia, dal greco μετα, che esprime trasferimento, e ονομα, «nome») è una figura retorica che consiste nel sostituire un termine proprio con un altro appartenente allo stesso campo semantico, che abbia col primo una relazione logica o di contiguità.

Esistono numerose modalità di sostituzione, per esempio:

* l'autore per le sue opere ("oggi devo studiare Foscolo // le opere di Foscolo")
* la causa per l'effetto (avere le guance rigate di pianto / di lacrime)
* l'effetto per la causa (guadagnarsi il pane con il sudore / con la fatica)
* la materia per l'oggetto (possedere molti ori / monili d'oro)
* il contenente per il contenuto (bere un bicchiere / l'acqua nel bicchiere)
* l'astratto per il concreto (confidare nell'amicizia / negli amici)
* il concreto per l'astratto (ascoltare il proprio cuore / i sentimenti)

In tutti questi casi il termine usato indica comunque il concetto da esprimere malgrado la mancanza del termine proprio, in quanto tra le due parole c'è una connessione diretta o indiretta. Quando tale connessione è di tipo quantitativo, ad esempio la parte per il tutto, la metonimia prende il nome di sineddoche.

Sabri ha detto...

Ormai le risposte sono state date e credo che il significato sia ben chiaro a tutti...posso partecipare lo stesso??
Va che se no' ti ripeto a memoria citando il latino ed anche il greco tutta la pappardella!!!
Bacio
Sabri

Maggie ha detto...

uuuuuuuuhhhh...le figure retoriche!!! le mie preferite (come no)!!! con i miei studi, sono tenuta a saperle a memoria!!!quindi come poter sbagliare!!! oddio oddio...speta...mumble mumble...vediamo....dai... comunque la metonimia è quella figura retorica con cui, per indicare una cosa anzichè usare il suo nome abituale, usi quello di un'altra cosa, tra le due ovviamente ci dev'essere un rapporto logico di vicinanza. un esempio che mi viene in mente può essere..."hai una bella mano", che è appunto una metonimia, di solito con quest'affermazione si vuol intendere che sai dipingere bene!... proooooooooffff ho fatto giusto??? vojo il giornaletto!!!!!!!!!!
bacioni bacioni
Maggie

Laura2007 ha detto...

e' un termine che si usa anche nel mio campo, il brand è ad esempio un commutatore metonimico, in parole povere oggi dire ipod significa per molti dire lettore mp3.
è anche un disturbo del linguaggio, come ad esempio la dislessia, in questo caso la persona affetta da questo disturbo sostituisce le parole corrette con parole più approssimative
può andare bene?

Silva ha detto...

Fulvia ho imparato una cosa nuova!! ammetto ho cercato su Wikipedia (grande ci trovi tutto) questo è quello che ho trovato:

La metonimia (pronunciabile tanto metonimìa quanto metonìmia, dal greco μετα, che esprime trasferimento, e ονομα, «nome») è una figura retorica che consiste nel sostituire un termine proprio con un altro appartenente allo stesso campo semantico, che abbia col primo una relazione logica o di contiguità.
Esistono numerose modalità di sostituzione, per esempio:
l'autore per le sue opere ("oggi devo studiare Foscolo // le opere di Foscolo")
la causa per l'effetto (avere le guance rigate di pianto / di lacrime)
l'effetto per la causa (guadagnarsi il pane con il sudore / con la fatica)
la materia per l'oggetto (possedere molti ori / monili d'oro)
il contenente per il contenuto (bere un bicchiere / l'acqua nel bicchiere)
l'astratto per il concreto (confidare nell'amicizia / negli amici)
il concreto per l'astratto (ascoltare il proprio cuore / i sentimenti)
In tutti questi casi il termine usato indica comunque il concetto da esprimere malgrado la mancanza del termine proprio, in quanto tra le due parole c'è una connessione diretta o indiretta. Quando tale connessione è di tipo quantitativo, ad esempio la parte per il tutto, la metonimia prende il nome di sineddoche.

ti faccio l'esempio (il contenente per il contenuto)
"ne ho mangiato un bel piatto" ...di pasta pasticciata!!!

bacioni
Silva

Laura ha detto...

Ho forse sbagliato blog!!!!Lavoro tutto il giorno e trovo sul tuo blog lezioni di italiano......
sai cosa ti dico ciao un bacio grande è un bell'esempio no!?!Mi farai leggere lo stesso la rivistaaaaaaaaaa!!!!

aniceandcinnamon ha detto...

ok ..risposte date
io...rimandata a settembre..salvo scioperi e ripensamenti ministeriali...(ma secondo me si stava meglio quando si stava peggio....a detta loro, io che ho fatto parte della vecchia guardia...sono stata meglio)
Comunque a parte tutto....hanno già detto tutto...vabbè partecipo anche io?

Baci Fulvietta
Vitt

giovi1 ha detto...

Ciao Fulvia,
incrociando le dita,tento anche questa volta.
Figura della retorica tradizionale,che consiste nell'usare il nome della causa per quello dell'effetto,es.vivere del proprio lavoro,bere una bottiglia,sguainare il ferro,ecc.
Speriamo bene,
baci
Giovi

Vale ha detto...

Figura retorica che consiste nel sostituire una parola con un'altra che appartiene allo stesso campo semantico. Ci sono poi anche delle "sottometonimie", come la sineddoche, che è la classica "parte per il tutto". Esempio classico dei miei alunni?? Angelina Jolie è proprio una bella figa! Un po' rozzo, ma rende l'idea :-)
Esempio di metonimia classica? Bere una bottiglia, studiare Leopardi... etc etc!
Speriamo di vincere :-)))
Baci, Vale

simona ha detto...

accidenti! Non guardo il blod per 1 week-end e ....resto fuori !!! Meno male, mi sento così ignorante ! Quasi ,quasi ho fatto fatica a capire anche le spiegazioni...mi sono salvata grazie agli esempi di alcune di voi ...e si' che ho fatto il Liceo!!!
Non si finisce mai di imparare !
Hugs.
simona

Rosa ^_^ ha detto...

Anche io ho appena imparato qualcosa di nuovo!!!
Grazie
Rosa

Posta un commento

Che mi dite Sweetie Pies?

Related Posts with Thumbnails
 
template by suckmylolly.com - header image (c) historypicks.com