lunedì 31 marzo 2008

I LOVE THE SAGUARO CACTI!

Photobucket

In Arizona mi sono innamorata dei Saguaro Cacti (cacti - plurale di cactus, LOL), li trovo bellissimi, sono tutti diversi uno dall'altro. Il cactus Saguaro e' il simbolo dell'Arizona e c'e' anche sulle targhe delle macchine come la nostra:

Photobucket

Bello vero? Ma che spine!!

domenica 30 marzo 2008

A Day at the Spa!

Devo raccontarvi com'e' andata la mia giornata alla SPA. Dunque, dopo avermi depositata nella sala della colazione i ns amici e mio marito se ne sono andati alla volta di Phoenix dove dovevano visitare un nuovo shopping centre in costruzione. Io mi sono fiondata nel ristorante per fare colazione e mi sono ordinata un bel piatto di Waffles caldi con sopra fragole e mirtilli freschi e una bella dose di panna montata. LOL. Altro che massaggio! dopo un po' sono venuti a chiamarmi per dirmi che la mia terapista massaggiatrice mi aspettava. Mi hanno portato nella saletta d'attesa e poi la manager della Spa mi ha accompagnato nello spogliatoio e mi ha chiesto di cambiarmi. Le chiavi dell'armadietto erano appese ad un braccialettino di perle colorate tipo stretch cosi' potevi infilarlo dove volevi e dentro l'armadietto c'era un'accapatoio color pesca morbidissimo con pantofoline marrone comodissime.

Dopodiche' e' venuta a prendermi Suzie, la mia terapista, e mi ha portato in quella bella stanzetta massaggi che vedete nella foto e mi ha spiegato che tipo di massaggio stava per propinarmi: scrub al pompelmo seguito da applicazione di pompelmo fresco caldo poi doccia e poi massaggio con burro di cacao aromatizzato alla cioccolata e oli essenziali. Bene, sono stata dentro nel silenzio piu' totale tranne che per la musichina da Spa molto rilassante per circa 2 ore. La povera Suzie deve essere stata stremata alla fine e gliel'ho anche detto. Mi applicava lo scrub pezzo per pezzo nel senso che prima faceva un braccio, poi l'altro, poi una gamba ecc insomma tutto cio' per non farmi prendere freddo immagino. La passata con il pompelmo invece fenomenale, usava due meta' di pompelmo caldo per far penetrare lo scrub nella pelle. Poi ho fatto la doccia, lei intanto ha cambiato gli asciugamani sul lettino e poi mi ha cosparso pezzo per pezzo di burro di cacao, poi mi ha avvolto in una copertina di eternit (si dice cosi'? sembra il foglio d'alluminio per forno ma solo molto morbido)morbidissima e mi ha coperto con 4 asciugamni per far sciogliere il burro di cacao. Nel frattempo mi ha fatto un bellissimo massaggio alla testa. Io mi sentivo come un pollo pronto per il forno! e ridacchiavo tra me e me pensando a Thanksgiving! Ok, sciolto il burro cacao mi ha fatto un massaggio lunghissimo e alla fine sulla mia pelle non c'era piu' traccia di olio, era penetrato tutto. Be' vi dico che per una settimana la mia pelle e' rimasta morbidissima, come la seta! Poi sono andata nel piccolo shop dove mi sono rifatta il trucco ed infine in quel delizioso bagno dove mi sono messa a posto i capelli. C'era tutto: asciugacapelli, arricciacapelli, pettini, spazzole, crema per il viso, crema per il corpo, asciugamani, profumo, insomma tutto quello di cui una signora puo' avere bisogno dopo un trattamento. Mi sono cambiata e ho aspettato che ritornassero gli altri seduta all'aperto e guardando chi giocava a golf. E' stata un'esperienza speciale ed unica che mettero' nel cassetto dei bei ricordi! Saluti e baci dalla city!

sabato 29 marzo 2008

Millionaire for a day!

Per una serie di motivi che non sto ad elencare, siamo stati invitati in un club esclusivissimo, il Silverleaf Spa. Trattasi di club privato a cui solo gli 'eletti' possono accedere, non e' un club residenziale, ci si va in giornata e si puo' godere di un bellissimo campo da golf, una Spa meravigliosa, un ristorante eccellente, una vista magnifica e una bellissima piscina o forse due o tre. LOL. Mi sentivo come Alice nel paese delle meraviglie!

Ok, non sono naive, anch'io ho frequentato dei bei posti ma vi assicuro che questo club e' uno dei posti piu' belli che io abbia mai visto. Lo slideshow che vi posto rende solo in minima parte la bellezza e grandezza del posto. Sono rimasta particolarmente colpita dalla pulizia e dalla cura di ogni minimo dettaglio, dal personale super educato ed efficiente e ovviamente, anche dall'ottima cucina!

E' andata cosi', mentre il mio DH partiva per una giornata di lavoro alla volta di Phoenix, io sono stata trasportata al Silverleaf Spa per la mia giornata di relax e massaggi. Io pensavo che tutto cio' sarebbe accaduto alla Spa dove siamo stati per i 5 giorni cioe' al Sanctuary e invece no, Monica mi ha spiegato che quel giorno l'avrei passato al Silverleaf e loro mi avrebbero raggiunto per pranzo e che poi avremmo fatto il giro del club. Arrivata alla Spa mi hanno depositato al bar ristorante (quello un po' scuro tipo saloon) e mi hanno detto di scegliermi la colazione che piu' mi piaceva. Uno dei soci del club, e' andato a confabulare con qualcuno per assicurarsi che ogni mio desiderio fosse esaudito. Incredibile!

Il racconto della mia giornata alla Spa ve lo posto con un altro slideshow. All'ora di pranzo sono tornati Bruno, Monica e Paul e ci siamo seduti a pranzo. Non mi ricordo piu' cosa abbiamo mangiato ma era tutto delizioso. Poi e' arrivata una signorina che ci ha fatto fare il giro del club spiegandoci tutto. Dallo slideshow manca la zona degli uomini perche' le signore non sono 'allowed' ad andare li' percio' mentre loro facevano il giro nell'ala maschile noi abbiamo fatto il giro della Spa signore dalla quale io ero uscita morbida e profumata appena un paio d'ore prima cosi' ho approffittato per fare le foto. Qui sotto posto le foto della cena di compleanno del DH. Buon Weekend!

Happy Birthday!

mercoledì 26 marzo 2008

A LITTLE COUNTRY SHOP!



Come potevo non iniziare il mio reportage dell'Arizona se non con delle foto di un Country Shop? Quando l'ho scovato, ed e' stato per puro caso perche' era in una viuzza laterale, ho fatto dei salti di gioia perche' in Arizona e' tutto FarWest, naturalmente. Ho trascinato dentro la nostra piccola comitiva e devo dire che sono tutti rimasti affascinati da questo negozietto pieno zeppo di piccoli tesori.

Ho acquistato la statuetta 'Heart in Hand' che si intravede in uno degli scaffali e cioe' questa:


a qualcuno magari non piacera' ma io ho sempre amato questo simbolo cosi' country e sono superfelice di averla trovata.

Siamo rimasti dentro un bel po' perche' c'erano tante stanzette piene zeppe di cose, io sarei rimasta li' per tutto il weekend....ma mi hanno trascinata via! Buona visione!

mercoledì 19 marzo 2008

BUONA PASQUA!

Photobucket

Tanti cari auguri di Buona Pasqua a tutte! Domani partiamo per l'Arizona, andiamo a Scottsdale in una SPA per 5 giorni percio' vi faccio gli auguri anticipatamente e tornero' con un reportage di questo viaggio che spero sara' bello. Auguri!

martedì 18 marzo 2008

THE PARADE



Oggi avevo da fare ma non ho potuto perdermi la Parade di St. Patrick's Day e allora ho fatto una scappata sull'Upper East Side fino alla 77a strada per vederne la fine.

Il St. Patrick's Day incomincia alla mattina alle 8.30 con la messa nella Cattedrale di St. Patrick per poi proseguire con la Parade che dalla 44a strada sulla 5a Avenue procede fino alla 86a strada sempre sulla 5a Avenue.

Oggi era una bella giornata calda e soleggiata ed e' stato molto simpatico vedere tutti gli irlandesi americani bardati con qualcosa di verde: dal cappotto alle sciarpe, dai cappelli al tradizionale Shamrock. Ho anche visto parecchi ragazzi con i capelli tinti di verde acceso. Mi aspettavo una Parade molto piu' nutrita ma e' stata comunque simpatica e sono anche riuscita a sentire le mie amate cornamuse. Spero che questo breve filmato piacera' anche a voi. Saluti dalla City!

ST.PATRICK'S DAY

Photobucket

Non poteva mancare l'Empire State Building vestito di verde!

Photobucket

Alcune signore sfoggiavano dei deliziosi cappellini di piume verdi!

Photobucket

lunedì 17 marzo 2008

HAPPY ST. PATRICK'S DAY!

Myspace Graphics

"May your pockets be heavy and your heart be light, may good luck pursue you each morning and night" Proverbio irlandese

venerdì 14 marzo 2008

NIGHT LIGHTS!

TIMES SQUARE AT NIGHT!

Qualche foto di Times Square alla sera. Non e' il mio posto preferito, la trovo troppo sgargiante di luci, troppo rumorosa e con troppa gente, ma questa e' solo la mia opinione. Come diceva un mio amico inglese: "It's a free country, isnt'it?"

giovedì 13 marzo 2008

BAGELS, BAGELS EVERYWHERE!

Photobucket

Qualche notizia sul 'bagel' (ho un po' di difficolta' a pronunciare la parola 'bagel' penso sempre al cane Beagle - LOL),trattasi di un panino fatto con la normale pasta del pane ma che prima di essere infornato viene bollito. Anche la sua forma e' particolare e sempre uguale, cioe' con il buco al centro. Il fatto di essere bollito prima gli da' una consistenza particolare e rende la sua crosta lucidissima.

Il bagel e' un panino di origine ebreo-polacca molto amato qui a New York, da non confondersi con il Pretzel del quale vi parlero' un'altra volta. Fu portato in America all'inizio del '900 dagli emigranti ebrei degli stati dell'est europa che si stabilirono in Canada e nel Nord America ed ebbe da subito un grande successo anche al di fuori della comunita' ebraica. Per chi vuol saperne di piu':
The bagel history

Mi piacciono molto i bagel, li mangio al posto del pane. Quello nella foto e' un Salt Bagel, solo sale grosso sulla crosta ma ce ne sono di meravigliosi ai semi di papavero, semi di sesamo, multigrain, alla cipolla, tantissimi gusti diversi ma sempre con la loro forma a ciambella! Bon appetit!

HUGS & KISSES FROM THE CITY!

Who's that good looking blonde? ..well oldish good looking fake blonde!

Posto di nuovo questa foto perche' era l'ultima dello slideshow che va talmente veloce che neanche si vede...mi piaceva questa fotina! Mi sembra di guardarvi tutte belle donne del forum! siete fantasticheeeeee!

mercoledì 12 marzo 2008

A DAY IN CENTRAL PARK!

martedì 11 marzo 2008

SUNDAY WALK!

Domenica siamo andati a passeggiare sull'Upper East Side dove ci sono tutti i musei per poi tagliar dentro a Central Park e uscire a Columbus Circle. Era una bellissima giornata di sole ma con un vento fortissimo. Abbiamo fatto una capatina al Metropolitan Museum perche' per girarlo tutto ci vuole qualche mese.

Da li' siamo passati davanti al Guggenheim Museum ma niente foto perche' la facciata e' in ristrutturazione. Alla domenica Central Park e' un oasi felice pieno di gente che fa jogging, che va sui roller skates, in bicicletta o che porta a passeggio il cane. La cosa piu' divertente che ho visto sono le mamme e i papa' sportivi che fanno jogging spingendo la carrozzina con dentro i figli. Sono carrozzine fatte apposta per fare jogging, leggere e completamente coperte da un rivestimento di plastica per tenere al caldo i bimbi.

Siamo passati da Strawberry Field che e' un giardino dentro Central Park dedicato alla memoria di John Lennon. Notizie in merito le trovate a questo link: http://www.nycgovparks.org/sub_your_park/historical_signs/hs_historical_sign.php?id=12890

Ci siamo fatti i ns 4 o 5 km e siamo usciti a Columbus Circle dove c'e' un bel shopping centre nuovo, poi altre 33 strade a piedi per tornare a casa. Una volta a casa abbiamo ordinato al ristorante di fronte a casa una pepperoni pizza da portar via. Sbagliamo sempre le misure, abbiamo preso una large pizza che era grande come un disco volante e che non siamo riusciti a finire. Saluti dalla City!

lunedì 10 marzo 2008

PAINTING DAY!

PAINTING AT LAST!

Finalmente! Sabato sono andata al secondo meeting di pittura decorativa, il mio Chapter (eh si' perche' sono diventata socia!)si chiama D.A.W.N. (Decorative Painters di West Nassau. Questa volta il meeting era a Freeport, naturalmente non poteva andare tutto liscio e sono arrivata in ritardissimo. Il tempo era terribile, freddo, pioggia e nebbia. Sono arrivata con i capelli alla Loredana Berte' e un po' mi vergognavo vista la ns reputazione mondiale di eleganza e buon gusto. Tutte erano gia' a buon punto mentre io avevo solo il colore di base del fondo e della casetta sulla destra. Ero nervosa per il ritardo e ci ho messo circa 1 ora, 2 caffe' e un chocolate cookie, anzi due, per ridiventare calma e cominciare a dipingere come si deve.

La ns insegnante era Beth Wagner, molto simpatica e disponibilissima ad aiutare. Mi faceva anche tenerezza perche' eravamo in tante ed era impossibile seguire quello che diceva se non si era nei posti davanti; poi sapete com'e', ognuna faceva il suo e poche l'ascoltavano veramente. Un peccato perche' diceva delle cose molto interessanti. Io ho fatto del mio meglio per seguirla ma siccome era molto molto indietro ho dovuto far da sola, se ero in difficolta' andavo da lei e lei mi spiegava.

Il progetto e' il vassoio che tengo in mano facendo finta che sia mio mentre era il campione della Beth, e' la prima volta che mi cimento in questo tipo di pittura decorative, e' un po' diverso dai ns lavori country, e' piu' pittorico e meno preciso. Non sono riuscita a finirlo ma sono a buon punto.

La riunione si teneva al piano superiore di una stazione di pompieri, non chiedetemi perche', non lo so ma l'ho trovato divertente. Eravamo in parecchie rispetto alla prima volta (poi ho capito perche' ma non e' importante) cosi' ho avuto modo di vedere come lavorano. Erano tutte abbastanza brave e ho capito che di solito dipingono questo tipo di lavori, paesaggi decorative e floreali, non e' proprio 'la mia cup of tea' ma sono contenta perche' imparero' a fare cose diverse. Ho conosciuto Fran (Francesca) figlia di italiani ma nata qui che mi ha fatto molte feste e che pronunciava, per fortuna, il mio nome alla perfezione. Ho sempre dei grossi problemi con questo mio nome, e' molto difficile da pronunciare per gli anglosassoni. Ho rivisto Terri, il mio angelo custode, che mi da' sempre delle spiegazioni molto vaghe su come arrivare ai meetings (e' per questo che ero in ritardo) ma che si prende sempre cura di me quando, eventualmente, riesco ad arrivare. Al mio tavolo c'era seduta Aileen che avevo gia' conosciuto l'altra volta, anche lei e' carinissima e un po' chiaccheriamo. Ci vorra' del tempo per conoscerle tutte ma sono persone molto aperte e disponibili.

E' stata una bella giornata nonostante il tempo orribile, non dipingevo da 3 settimane e mi prudevano le manine.

Ah, volevo dirvi una cosa un po' stupida ma...... e' bellissimo sentir pronunciare i nomi dei colori Decoart o Delta con l'accento americano ......saluti e baci dalla city!

sabato 8 marzo 2008

LEST WE FORGET!



8th March - International Women Day

"Women are the real architects of society"
Harriet Beecher Stowe

"If you want something said, ask a man - if you want something done, ask a woman"
Margareth thatcher

"Remember, Ginger Rodgers did everything Fred Astaire did, but backwards and in high heels" Faith Whittlesey

venerdì 7 marzo 2008

NUTTY BUSINESS!



Questo signorino qui invece l'abbiamo visto io e il DH (dear husband) ieri a Union Square Park. Ce n'erano circa una dozzina, che saltavano come matti qui e la'. Sono cosi' abituati agli 'umani' che se li chiami arrivano, proprio come questo.

ANOTHER CITY CAT!



Questo l'ho cuccato stamattina! Visto come mi guarda? e' il vicino di casa dell'altro, proprio next door. Sono molto felice, adesso ho ben 2 gatti da guardare.

RIFLESSIONI!



Mi piace molto camminare per le strade di New York, mi piace guardare la gente, sono tutti cosi' diversi, colorati, un po' matti. Ci sono anche quelli normali, come me, ovvio, ma io guardo quelli 'strani', quelli che parlano da soli, quelli che si vestono come se dovessero fare una performance al circo da li' a poco, quelli arrabbiati che ce l'hanno con tutti, quelli handicappati che nessuno guarda. Qualche settimana fa mi era capitato di aiutare una signora cieca ad attraversare la strada. Ci sono molti non vedenti qui e vanno in giro da soli con il loro bastone bianco, senza cane. Ad ogni incrocio c'e' la colonnina con il segnale visivo per i pedoni e un segnale acustico per i non vedenti che dice la strada in cui sono e se possono attraversare. Ma io non mi capacito di come possano orientarsi. NY e' molto inquinata acusticamente e per un cieco dev'essere un casino totale, tutti quei rumori.

Amo particolarmente guardare gli afro-americani, sono sempre i piu' chiassosi, i piu' colorati. Il 99,9% degli afro-americani ha l'I Pod infilato nelle orecchie, ascoltano musica sempre, spesso cantano e ballano tranquillamente per strada. Sono molto 'briosi' e i 'bianchi' vicino ad essi risultano pallidi e tristi. Quando sono andata a comperare le lenzuola da Macy's mi ha servito una ragazza di colore, pensava fossi una turista e quando le ho detto che avrei abitato a NY si e'messa a ridere e mi ha chiesto di darle 'un give me 5'. Primo 'Give Me 5' della mia vita con una persona di colore! Penso di essere stata brava. Ma ve lo immaginate 'Un Give Me 5' in Italia con il salumiere sottocasa?

Ci sono delle ragazze di colore bellissime e magrissime, sembrano dei ghepardi nella maniera in cui camminano. Proprio ieri stavo considerando che la bellissima ragazza che mi aveva appena superato per strada aveva le gambe piu' magre delle mia braccia! Per fortuna mia ci sono anche i pesi massimi, probabilmente l'afro americano ha una tendenza alla pinguedine e quando sono grossi sono 'veramente' grossi. Ieri in un negozio di PC non riuscivo a smettere di guardare una signora-ina, alta circa 1,90, capelli tinti arancione, peso non so, 150 kg? che se ne andava tranquillamente in giro con un paio di fuseaux neri su tacchi a spillo e con un giubbino corto nero con scollatura vertiginosa dalla quale straripavano due seni giganteschi. Mi chiedevo perche' mai mi faccio dei problemi a mettermi un giubbino corto che mette in mostra il mio, al confronto, sederino! Chissa' mai che in futuro possa osare anch'io!

I ragazzi afro-americani sono bellissimi da guardare, quasi tutti camminano 'cosi', sapete quella camminata tipica dei rappers, un po' strascicata...non so come dire. Si vestono con questi giubboni enormi, t-shirt enormi, jeans larghissimi (sempre e rigorosamente portati sotto al sedere) pero' ho visto che per gli over 30 va molto di moda il giubbotto di pelo blu o nero con cappello in tinta, sempre di pelo. Uno spettacolo!

Ah ma mi sto dilungando troppo eppoi le riflessioni che volevo fare erano anche di natura un po' piu' profonda, ma sara' per un'altra volta! GIVE ME 5!!!

giovedì 6 marzo 2008

TAKE THE TIME TO SMELL THE ROSES!



Ieri ho fatto un giretto sull'Upper West Side e ho comprato le rose per il ns soggiorno. E' il primo affare che faccio qui a NY, di solito mi spennano sempre. Two dozen roses for $8! Due dozzine di rose per $8. Vi piace il Tatami Bed sulla destra della foto? I proprietari del ns appartamento sono cinesi, beh cinesi americani per la verita', e' per questo che tutti i mobili della casa sono un po' orientaleggianti.

FIT FOR A KING!



E' arrivato! Ecco qui il ns king size bed, e' ancora un po' spoglio perche' devo comperare altri cuscini. E' comodissimo! King size kisses from the City!

SHOP 'TIL YOU DROP!



Un po' di acquisti, visto che borse piccole? LOL mi piace molto quella del Container Store, un negozio dove vendono una miriade di accessori per organizzare i closets (cabine armadio), i bagni, la cucina ecc. La scritta dice 'Contain Yourself'! simpatica. Me le sono fatte mandare a casa, a NY vai in negozio, compri e ti fai spedire a casa, consegnano lo stesso giorno, paghi $15. Saluti dalla City!

mercoledì 5 marzo 2008

UP ON THE ROOF!



Federico Garcia Lorca scrisse:
"There is nothing more poetic and terrible than the skyscrapers' battle with the heavens that cover them. Snow, rain, and mist highlight, drench, or conceal the vast towers, but those towers, hostile to mystery and blind to any sort of play, shear off the rain's tresses and shine their three thousand swords through the soft swan of the fog."

Sapete, io sono una fumatrice e qui in America fumiamo forse in 3, fumo gia' molto ma molto di meno e non fumo in casa anche perche' mio marito ha smesso 2 anni fa. Ok, fumo di meno ma fumo e alla sera me ne salgo sul tetto dell'edificio dove abitiamo e fumo l'ultima sigaretta. Stasera l'Empire State building era avvolto da questa leggera nebbia ed era un gran spettacolo. Scusate se non traduco le parole dello scrittore ma sono cosi' belle che non vorrei rovinarle con una traduzione non adeguata.

WHAT'S COOKING?



Per Natale la mia cara amica Elena, compagna di country e di lunghe chiaccherate in quel di Mendrisio, mi aveva regalato la presina e il guanto da cucina che vedete nella foto. Questa foto e' un omaggio per lei, per farle vedere che: 1. ho portato i suoi regali fino a qui e 2. li sto usando (anche se mi dispiace perche' non vorrei rovinarli). Belli vero?

Se vi chiedete cosa c'e' nella padella.....sughetto con cherry tomatoes, zucchini e prawns, nell'altra pentola ci sono gli spaghetti che bollono.

Saluti da una cucina italiana nella city!

martedì 4 marzo 2008

THE REAL MCCOY!



Eh, oggi non ho resistito e mi sono comperata una fetta di Carrot Cake, pero' questa volta 'the real McCoy' cioe' l'articolo genuino. Scusatemi se vi asfissio un po' con questo Carrot Cake ma e' uno dei miei dolci preferiti e devo dire che questo era molto leggero e bello 'umido'. Devo trovare la ricetta giusta perche' quella che avevo postato sul forum l'anno scorso era si' buonina ma il dolce rimaneva troppo pesante. Questo di oggi era proprio quello che piace a me!

Curiosita': si dice 'the real McCoy' molto spesso in inglese per indicare l'articolo vero, genuino. Esempio: se compro una borsa di Gucci (quando mai, LOL) qualcuno puo' chiedermi: "Is it the real McCoy?" intendendo "e' veramente una borsa Gucci originale?". Le origini della frase sono controverse, esistono varie spiegazioni che se vi interessano potete comunque trovare su Wikipedia.

Saluti golosi dalla City!

lunedì 3 marzo 2008

AT HOME!



Trasloco effettuato! Sabato ci siamo trasferiti nella nuova casa sulla 7a Avenue e ieri ci hanno collegato Internet e Cable TV con tanto di Canale RAI International. Meno male, mi stava prendendo un ansia, la nuova casa e' silenziosissima perche' le finestre danno sul cortile interno del palazzo; abituata com'ero ai rumori della strada nell'altro appartamento qui mi sembrava di essere ai confini del mondo, almeno adesso posso ascoltare MTV. un po' mi manca l'altra casa, ormai mi ci ero abituata e sinceramente mi piaceva molto guardare fuori dalla finestra e vedere il traffico cittadino. E va be', questa casa e' molto piu' grande e comoda pero'l'unica cosa che vedo dalle finestre e' il gatto di fronte, quello nella foto, che poverino anche lui non ha niente da guardare tranne me! Penso che diventeremo amici! LOL

Bene, oggi avro' molto da fare e probabilmente anche domani, dopodomani ecc. ecc., devo comprare un sacco di cose che mancano per la cucina, il bagno ecc. Sabato ho comperato la moka Bialetti da 3 e il caffe' Lavazza Oro (c'e' anche l'Illy ma costa ben $20 a lattina!) e ieri ci siamo fatti un bel caffe'! Thank God for small favours!

Ho anche incominciato a conoscere i vari portieri dell'edificio, ce ne sono una marea, sono molto attenti a chi entra e chi esce percio' non conoscendoci ancora ci chiedevano chi eravamo e appena gli dicevamo che eravamo i nuovi 'tenants' si presentavano e ci davano il 'Welcome'! Hanno un'organizzazione incredibile: se arriva un pacchetto ti notificano subito con un'e-mail sul telefono e sul PC. Ieri la mia amica Monica ci ha mandato un regalo di benvenuto: una borsa contenente una cena cinese e una bottiglia di vino, consegna subito notificata via e-mail!

Fra un po' esco e comincio a fare un po' di shopping per la casa, tra i miei primi acquisti ci sara' senz'altro un bel mazzo di fiori primaverili per rallegrare il soggiorno della mia nuova casa! Saluti dalla City!

Related Posts with Thumbnails
 
template by suckmylolly.com - header image (c) historypicks.com